don Antonio Sechi

60° di Ordinazione presbiterale

 

 60° di Ordinazione Sacerdotale di Don Antonio Sechi
1946 – 26 Maggio - 2006

 



Carissimo Don Antonio,

 i suoi 60 anni di sacerdozio sono una ricchezza ed una benedizione per la Chiesa, per la Congregazione Salesiana e, più direttamente, per la Visitatoria Sarda: sono tante le persone che sentono il bisogno di dirle “GRAZIE!” e di dire “GRAZIE” anche a Dio per il suo lungo servizio di apostolato, che ha avuto inizio nell’oratorio di Santu Lussurgiu, sua terra natale (1946-1953) e che ha avuto in Cagliari il suo completo dispiegamento. Nei trentacinque anni di insegnamento della lingua francese, nella scuola di viale Fra Ignazio, sono tantissimi i giovani ai quali ha trasmesso l’abilità di comunicare con un’altra lingua e di entrare a contatto con la cultura dei nostri “cugini” di Oltr’ Alpe.
 Prezioso e preciso è stato il suo delicato servizio di Segretario della Visitatoria (1981-1999). Ma ancor più apprezzato è il suo servizio pastorale come Cappellano della clinica oculistica “Maria Ausiliatrice”, che continua a svolgere quotidianamente fin dal 1975!
 Riconoscenza le manifestano i parrocchiani di San Paolo per la collaborazione prestata per tanti anni, fin dall’origine di quella presenza salesiana in Cagliari.
 Possiamo dire che – senza per questo rinnegare le origini – più che “lussurgese” è cagliaritano, “casteddaiu” a pieno titolo.
 Di altre due cose le sono grati specialmente i confratelli: del suo prezioso ministero nel confessionale e dell’amore che continua a trasmettere per il nostro Patrono San Francesco di Sales. Forse pochi sanno che la sua tesi di laurea in lingue e letterature straniere moderne è stata la prima ad essere scritta e discussa in francese all’Università di Cagliari, nell’anno accademico 1957-58 e che, oltre tutto, aveva per argomento “Les Sermons autographes de Saint François de Sales - I sermoni autografi di San Francesco di Sales”: ruolo di S. F. di Sales nella predicazione francese all’inizio del 17° sec., secondo la critica; fonti e tecnica dei paragoni nei sermoni; teoria e influenza dell’arte oratoria del Santo; influenza barocca sulle immagini dei sermoni; un vanto e un merito per Lei, un arricchimento per noi.
 Ecco, don Antonio caro: il prossimo 26 maggio le faremo corona per gioire con lei e per ringraziare insieme l’Altissimo per il dono del suo fecondo sacerdozio. Grazie ancora per la sua presenza fraterna e “paterna” tra noi e per il bene che ancora a lungo potrà fare.
 Deus bos inìgada.

don Giovanni Cossu, superiore dei salesiani della Sardegna

Festeggiamo Don Antonio

Venerdì 26 Maggio – 60° di Sacerdozio

 Ore 19,00 – Solenne Concelebrazione con la presenza dei confratelli delle comunità di Cagliari S. Paolo e Selargius.


Per saluti e auguri inviare a: pg-isa@libero.itsalesiani@cagliari-donbosco.it



 

Copyright © 2019 Istituto Salesiano